Perché un Museo Digitale della Storia del Metodo Scientifico in Medicina?

L’obiettivo di Mudimed è rendere fruibili, in formato digitale, alcune delle opere più significative e suggestive del patrimonio culturale del nostro Paese, opere che rappresentano tappe fondamentali dell’evoluzione del metodo scientifico.

Un percorso che attraversa la storia dell’umanità, dalla medicina teurgica ai più recenti traguardi della medicina di frontiera, attraverso reperti archeologici, manufatti, opere letterarie, dipinti.

In questo viaggio, i visitatori saranno accompagnati da alcuni dei volti e delle voci più autorevoli del panorama scientifico italiano ed internazionale: Arnaldo Colasanti, Barbara Gallavotti, Andrea Grignolio, Paolo Mazzarello, Guido Silvestri, Giuliano Volpe.

La pandemia da Covid-19 ha riportato alla luce l’importanza della ricerca e del progresso scientifico. Scienza, competenza, innovazione sono le parole chiave per interpretare i cambiamenti del nostro tempo.

Per questo nasce Mudimed: una piattaforma che intende appassionare, stimolare o semplicemente incuriosire i cittadini ed in particolare le nuove generazioni.
Mudimed è un progetto in evoluzione, proprio come lo è la scienza. Il Museo si arricchirà costantemente di nuove sale, nuove opere, nuovi percorsi, nuovi protagonisti.

Buon viaggio dunque nelle meraviglie della storia del metodo scientifico in medicina.

Comitato Scientifico

Giuliano Volpe Giuliano Volpe
Ordinario di archeologia, Università di Bari
Francesca Galli Francesca Galli
Min. Università e Ricerca, DG coordinamento, promozione, valorizzazione ricerca
Maria Conforti Maria Conforti
Direttrice, Museo di Storia della Medicina de La Sapienza
Sylvain Bellenger Sylvain Bellenger
Direttore, Museo e Real Bosco di Capodimonte
Paolo Giulierini Paolo Giulierini
Direttore, Museo Archeologico Nazionale di Napoli
Andrea De Pasquale Andrea De Pasquale
Ministero della Cultura
Paolo Mazzarello Paolo Mazzarello
Storico della Medicina, saggista, scrittore Università di Pavia
Andrea Grignolio Andrea Grignolio
Storico della medicina, docente di bioetica, Università V. – S. San Raffaele Milano
Consiglio Nazionale delle Ricerche
Guido Silvestri Guido Silvestri
Direttore del Dipartimento Patologia e Medicina di Laboratorio, Emory University, Atlanta
Barbara Gallavotti Barbara Gallavotti
Giornalista, divulgatrice scientifica
Arnaldo Colasanti Arnaldo Colasanti
Accademico, divulgatore scientifico, critico letterario
Gaia Panina Gaia Panina
Chief Scientific Officer, Novartis Italia
Paolo Fedeli Paolo Fedeli
Chief Scientific Officer, Sandoz, Novartis

Il logo Mudimed

Mudimed

Il logo Mudimed si ispira alla «Teoria dei Quattro Umori» teorizzata per la prima volta da Ippocrate nel V secolo a.C., successivamente ampliata da Galeno. Essa ha per secoli rappresentato un punto fermo nell’evoluzione del metodo scientifico in medicina.
Secondo la Teoria dei Quattro Umori, il corpo umano è governato da altrettanti fluidi: bile gialla, bile nera, flegma e sangue. L’equilibrio tra questi umori consente di restare in salute mentre lo squilibrio o la prevalenza dell’uno o dell’altro fluido conducono alla malattia.

Un’intuizione che ha fatto storia.

Visita mudimed